Italiano

C.N. de Teatro Clásico, ''Sainetes''

Madrid

Il regista Ernesto Caballero ha riunito in questo spettacolo quattro tra le più di duecento sainetes (farse) scritte da Ramón de la Cruz, tra i maggiori autori del Settecento spagnolo.Le sainetes venivano utilizzate per allietare gli intervalli delle opere serie e, a causa del tono comico e burlesco, erano considerate un genere minore.Nella fotografia, ripresa durante le prove, si notano la decorazione ad intarsio del palcoscenico e della gradinata che lo collega alla platea e, ancora steso a terra, un fondale in FBR - Velluto Bruxelles con NDA - Decorazioni applicate per tessuto argentee.In basso, attori e attrici indossano i costumi di ispirazione settecentesca di Javier Artiñano.
Vedi tutte
Uno dei vari fondali in ASC1000S - Tela Sceno largh. 1.000 cm - Ignifugo dipinti utilizzati dalla scenografia.In questo caso i pittori di scena vi hanno riprodotto un'acquaforte di Goya.Caballero ha richiesto espressamente allo scenografo José Luis Raymond che lo spazio scenico si ispirasse ai colori più spesso utilizzati da Goya e che in qualche modo potesse dare all'azione il senso di essere racchiusa in una miniatura (la particolare altezza delle quinte a strisce verticali ed il loro colore servono proprio ad accentuare queste impressioni).In primo piano, la continuità tra palcoscenico e pubblico ottenuta con la scalinata.
L'allestimento di prova delle quinte e soffitti realizzati in ASC1000S - Tela Sceno largh. 1.000 cm - Ignifugo dipinta a strisce.
La realizzazione di un altro fondale dipinto in ASC1000S - Tela Sceno largh. 1.000 cm - Ignifugo.I titoli delle quattro Sainetes riprese da Caballero sono ben rappresentativi del loro stile e dei contenuti:- La ridicola incinta, farsa di corte in stile molieresco;- Il magazzino delle fidanzate, quadro di abitudini femminili;- La repubblica delle donne, raffigurazione di uno stato utopista di sole donne;- Manolo, tragedia per ridere o farsa per piangere, parodia di ruffiani.La colonna sonora è stata realizzata da Alicia Lázaro, che ha utilizzato melodie settecentesche reperite all'Archivio Storico Municipale di Madrid e diverse arie e minuetti di Luigi Boccherini, Rodríguez de Hita e Blas de Laserna, collegandole tra loro con un tema conduttore di apposita composizione.
Come è evidente in questo fondale, le scene di Raymond hanno utilizzato anche numerosi elementi di ispirazione orientale.
Le fasi di lavorazione del fondale in FBR - Velluto Bruxelles azzurro decorato con NDA - Decorazioni applicate per tessuto argentate.José Luis Raymond ha richiesto che il disegno delle decorazioni riproducesse fedelmente alcune di quelle utilizzate in Spagna all'epoca di Ramón de la Cruz.
L'esecuzione delle NDA - Decorazioni applicate per tessuto.
Il fondale in FBR - Velluto Bruxelles al termine della lavorazione.
Quattro farse scelte
Testo
Ramón de la Cruz (1731-1794)
Prima
Madrid, Teatro Pavón, 25/4/2006

Direzione
della compagnia
Eduardo Vasco
Scenografia
José Luis Raymond
Costumi
Javier Artiñano
Light designer
Juan Gómez Cornejo
Direzione tecnica
Miguel Camacho

Stagione
2005 / 2006

Vedi anche...

ASC - Tela Sceno stampa digitale

Stampe su tessuto

ASL - Tela Sceno Leggera

Tele

FBR - Bruxelles

Velluti

NDA - Decorazioni applicate per tessuto

Passamaneria

Stampe digitali per scenografia

Stampe su vinile