Italiano

Teatro Sociale di Como

Como

Il palcoscenico del Teatro Sociale con la Quadratura installata in modo accademico ma senza i primi quattro cieli, la cui assenza lascia così intravedere l'antico Graticcio in legno.La Quadratura è stata confezionata in COS - Oscurante secondo modalità classiche (WCP - Cinghia, WOC - Occhielli e WLA - Laccetti in alto, orli ai lati, sacca al piede), ed è composta da diciotto parti:- dodici quinte (sei per per lato) da 3 x h 9 m;- cinque cieli da 19 x h 3 m; - un fondale da 19 x h 10 m.
Vedi tutte
Il palcoscenico, qui con le quinte alzate, misura 21,5 m di larghezza e 13,5 di profondità dal sipario al panorama.Il Graticcio si trova a circa 13,5 m dal piano del palcoscenico.La costruzione del Teatro Sociale fu iniziata nel 1811 secondo il progetto in stile neoclassico dell'architetto Giuseppe Cusi, collaboratore dell'architetto Luigi Canonica, allievo del Piermarini.Lo stesso Canonica venne chiamato nel 1812 a completare i lavori e disegnò la facciata meridionale, oggi coperta.
Il boccascena è largo 13,5 m ed è alto 8 m al ponte luci.Il sipario è classicamente dotato di mantovana ed arlecchino drappeggiato, che espone al centro lo stemma della città. Si apre alla greca e all'italiana.Il Teatro Sociale possiede un sipario storico realizzato dal grande scenografo e pittore teatrale lombardo Alessandro Sanquirico (Milano 1777-1849), anch'egli allievo del Piermarini.Il sipario rappresenta la morte di Plinio il Vecchio fra i suoi soldati durante l'eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei nel 79 d.C..
Vista laterale del palcoscenico.
I sei ordini di quinte ed il fondale della Quadratura in COS - Oscurante.
Tra gli sfori delle quinte sono in evidenza gli archi con l'accesso dall'esterno per il carico e lo scarico dei materiali e, in alto, i due ballatoi.
In evidenza l'inclinazione del 5% del piano del palcoscenico e il montaggio delle quinte a Quadratura dritta.Dei cinque cieli, sono installati solo gli ultimi due verso il fondo del palcoscenico.
La sala ha la forma di cassa di violoncello e le murate, realizzate con struttura in legno, sono dotate di cinque ordini di posti di cui i primi tre in basso sono costituiti da 72 palchi di proprietà privata oltre al palco reale, mentre i due ordini superiori sono occupati dalle gallerie.La struttura originaria della sala era più contenuta, e il suo aspetto attuale è dovuto alla ristrutturazione del 1855, quando, ad opera dell'architetto Leopoldo Rospini, il teatro fu ingrandito con l'aggiunta di 38 palchi ottenuti ampliando la platea e rialzando il soffitto.
Il Teatro Sociale è un teatro all'italiana con sala a forma di cassa di violoncello, tre ordini di palchi, due gallerie, 850 posti.
1811-1813
costruzione

1855
sopraelevazione per la costruzione del loggione e ampliamento della platea
Progetto
Leopoldo Rospini
Nuova decorazione della volta della sala
Eleuterio Pagliano
Gaetano Spelluzzi

1909
abolizione dei palchi del quarto ordine a beneficio di un'unica galleria

1988
riapertura dopo l'esecuzione di rilevanti lavori di restauro

Vedi anche...

COS - Oscurante

Panni e oscuranti

Quadrature

Fondali acustici