Italiano

Teatro Comunale, ''Salome''

Bologna

Sipario Confezione con ricchezza concentrica da utilizzare con un sistema di Sipario alla tedesca.Il sipario Ŕ largo 14,00 m, Ŕ alto 10,50 m ed Ŕ stato realizzato in FTE - Velluto Teatro, colore 208 bordeaux. La presenza del sipario al centro del palcoscenico, con il sollevamento all'inizio e la calata alla conclusione dell'azione, enfatizza la teatralitÓ antirealistica della proposta registica e scenografica di un'opera che, concepita tra il 1902 e il 1905, contiene giÓ tutti gli elementi che rivoluzioneranno la musica operistica del '900, sia nell'ambito armonico che in quello strutturale, con la scomparsa, ad esempio, dell'ouverture e delle arie.
Vedi tutte
Salome ordina alle guardie di liberare il profeta Jochanaan (Giovanni Battista), che viene estratto dalla cisterna in cui Ŕ tenuto prigioniero.Lo stilizzato pavimento di marmo bordeaux, opera dello scenografo realizzatore dei laboratori del Teatro Comunale Stefano Iannetta, con le stratificazioni e le gigantesche fenditure che lo percorrono Ŕ, insieme al grande sipario cremisi, l'elemento scenografico che pi¨ caratterizza l'allestimento.
L'irresistibile attrazione anche fisica di Salome per il profeta Jochanaan, che risulterÓ fatale ad entrambi, trova nel sanguigno sfondo bordeaux una collocazione estetica e significativa di rara efficacia.
La reggia di Herodes Ŕ rappresentata simbolicamente con un divano e poche suppellettili, oltre che dalla presenza della servit¨ e delle guardie.I personaggi, eccetto Salome che Ŕ coperta da soli veli di seta, bianca o rossa, vestono abiti contemporanei al periodo storico corrispondente ai primi decenni di vita del compositore bavarese.
Rifiutata da Jocahaan, Salome ne chiede la testa ad Herodes e, per ottenerla, seduce il patrigno con la biblica ''danza dei sette veli''.I colori dominanti della scenografia sono il rosso e il blu, insieme al bordeaux che ne Ŕ una combinazione - il colore del marmo e del sipario.I due colori vengono sparsi sulla scena grazie alla retroilluminazione di un grande Ciclorama retroilluminato RAR - Arizona, che passa da un rosso carminio che fa da sfondo al bianco del tondo della luna, al blu intenso.
La grande lente utilizzata per focalizzare l'attenzione degli spettatori su ci˛ che accade al centro della scena.
Herodes, convinto dalla figliastra, ha fatto decapitare Jochanaan.La scure della decapitazione giganteggia ancora a mezz'aria, quando la superficie sanguigna del marmo si incrina fino a spezzarsi.
Mentre il corpo decollato del profeta pende dalle catene, la sua gigantesca testa mozza emerge dalla pietra con un movimento lento ma inarrestabile, simbolo di una coscienza che non pu˛ essere messa a tacere.La violenta luce rossa che invade la scena giunge dal Ciclorama retroilluminato RAR - Arizona che si intravede sullo sfondo.
Dramma in un atto
Musica
Richard Strauss (1864-1949)
Libretto
Hedwig Lachmann
dal poema omonimo di Oscar Wilde
Prima
Dresda, K÷nigliches Opernhaus, 9/12/1905

Scenografia
Alessandro Camera
Costumi
Andrea Viotti
Light design
Daniele Naldi
Direzione tecnica
Paolo Giacchero

Allestimento
Teatro Comunale di Bologna
Stagione
2010

Vedi anche...

Confezione con ricchezza concentrica

Tessuto: tipologie di confezione

Fondali retroilluminati

Fondali vinilici: tipologie

FTE - Teatro

Velluti

RAR - Arizona

Film per retroproiezioni

Sipari alla tedesca

Tipologie di sipario