Italiano

Teatro La Fenice, ''Il killer di parole''

Venezia

Sipario kabuki realizzato in HSE - Seta Tempesta, colore 8 grigio, in Stampa digitale, larghezza 16,8 m e altezza 11 m.
Vedi tutte
Il termine ''ludodramma'' che Ambrosini e Pennac hanno utilizzato per descrivere l'opera, vuole indicare una situazione che da un inizio leggero, da opera buffa, acquista tensione e diventa sempre più drammatica.
La cornice illuminata si trova dietro al fondale e mette in evidenza la trasparenza della seta.
Cambio di scena con la caduta del Sipario kabuki.
Cambio di scena con la caduta del Sipario kabuki.
Il cubo rappresenta la casa dei protagonisti: il ''killer'', un uomo sensibile e raffinato, e la moglie, una donna più pragmatica che poetica, che ritiene che il mondo sia governato dai numeri e non dalle parole.
Sullo sfondo, un Fondale retroilluminato realizzato con il film RNO - Notturno.
Fondale retroilluminato realizzato con il film RNO - Notturno.
Ludodramma
in due atti
Musica
Libretto
Claudio Ambrosini
da un soggetto di Daniel Pennac e Claudio Ambrosini
Prima
Venezia, Teatro La Fenice, 10/12/2010

Scenografia
Nicolas Bovey
Costumi
Carlos Tieppo
Light design
Fabio Barettin
Direzione tecnica
Massimo Checchetto
Regia
Francesco Micheli

Allestimento
Teatro La Fenice di Venezia
Coproduzione
Stagione
2010/2011

Vedi anche...

Fondali retroilluminati

Fondali vinilici: tipologie

HSE - Seta Tempesta

Sete e rasi

HSE - Seta Tempesta stampa digitale

Stampe su tessuto

RNO - Notturno

Film per retroproiezioni

Sipari kabuki

Tipologie di sipario

Stampe digitali per scenografia

Stampe su vinile