Italiano

Maggio Musicale Fiorentino, ''Il lago dei cigni''

Firenze

Il palcoscenico č predisposto per la danza con il TSM - Tappeto Danza Silviagrips grigio, mentre un'area circolare riflettente al suo centro, realizzata con il TST - Tappeto Star Specchiante argento, rappresenta simbolicamente il lago.
Vedi tutte
Un Fondale a fili Tripolina, colore 7 grigio chiaro, altezza 6,5 m, crea un emiciclo che segue il profilo circolare del lago ed č utilizzato come superficie per proiezioni frontali.
Il Fondale a fili Tripolina č sospeso ad una struttura semicircolare.Ai lati della scena sono state disposte quattro quinte realizzate in QLA - Laccato, colore nero.Le nubi rappresentano uno degli stadi di trasformazione fisica dell'acqua - il vapore.
Il controluce evidenzia la presenza del Ciclorama retroilluminato realizzato con il film per retroproiezioni RAR - Arizona che chiude il limite posteriore della scena.
La discesa sulla scena di un secondo Fondale a fili Tripolina grigia completa una parete trasparente che segue l'intero perimetro tondo del lago.Una raffinata metafora scenografica che allude ad un bicchiere: quello con l'acqua infettata dal colera che avrebbe provocato la morte di Čajkovskij.
Un Fondale a fili Tripolina nera scende a volte a coprire la grigia consentendo ulteriori variazioni all'illuminazione della scena.
Gli emicicli di NTR - Tripolina nera e grigia accolgono proiezioni frontali provenienti sia dall'interno del cerchio che dal fondo della sala e, insieme al Ciclorama retroilluminato e al TST - Tappeto Star Specchiante, consentono alla scenografia di giocare con una molteplicitą di piani di proiezione, retroproiezione e riflessione.Una molteplicitą utilizzata per illustrare visivamente le trasformazioni fisiche dell'acqua - e di riflesso quelle della personalitą umana - che costituiscono il filtro metaforico attraverso cui č stata proposta questa interpretazione del capolavoro di Čajkovskij.
La neve di questa immagine completa, insieme al ghiaccio, alla pioggia e al vapore delle nubi, la rappresentazione delle trasformazioni fisiche dell'acqua.Trasformazioni che la scenografia ha inserito nella circolaritą simbolica del lago (il circolo completo ed ininterrotto delle fasi di trasformazione) e del bicchiere (il circolo ininterrotto della vita e della morte).
Balletto in un prologo e tre atti
Musica
Libretto
Vladimir Petrovic Begičev
Coreografia
Paul Chalmer
Prima
Mosca, Teatro Bol'šoj, 20/2/1877

Scenografia,
direzione tecnica
Italo Grassi
Costumi
Giulia Bonaldi
Light design
Valerio Tiberi
Visual design
Sergio Metalli

Allestimento
Stagione
2011

Vedi anche...

Fondali a fili Tripolina

Fondali per proiezioni / trasparenza

Fondali retroilluminati

Fondali vinilici: tipologie

NTR - Tripolina

Materiali per fondali a fili

RAR - Arizona

Film per retroproiezioni

TSM - Tappeto Danza Silviagrips

Tappeti per danza

TST - Tappeto Star Specchiante

Tappeti per danza

VSS - Nastro Silvia Specchiante

Nastri adesivi